Halloween, un’altra occasione per fare le lascive

Se esiste una festività che detesto più dell’ultimo dell’anno, forse è Halloween. Una becera tradizione pagana, che affonda le sue origini più antiche in peccaminosi riti orgiastici tra demoni e streghe. Se è questo l’insegnamento che vogliamo dare ai nostri figli, andiamo avanti così e continuiamo a portare avanti questa tradizione anticattolica a favore del decadimento dei costumi.

Vabbè ci ho provato. Il mio vero problema è che non capisco questa festa perché non mi è chiaro come ci si debba vestire. Si tratta di un tranello per tutte le ragazze, sempre incerte se propendere per un abito a tema o se optare per un vestito da mignotta. Da quello che vedo, negli ultimi anni pare stia andando per la maggiore il secondo filone, quello che quindi spinge le creature femminili a conciarsi come vacche, purché dark. Vediamo insieme alcuni dei costumi più tipici per l’occasione. Ho optato per un simpatico parallelismo lui/lei, tanto per rendere chiaro quanto noi ragazze sappiamo essere sceme.

Coppia animali

Lui: vestito con tuta intera da tigre o leone. Effetto complessivo: un ragazzo molto accaldato, sudato come le pareti di una grotta di sale,comunque tutto sommato simpatico.
Lei: vestito da tigre, che comprende: shorts tigrati, tacco alto, top tigrato, rossetto rosso, coda alta e cerchietto con orecchie da tigre. Effetto finale: zoccola tigrata.

Coppia prete/suora

Lui: abito talare. Nient’altro. Tempo di preparazione, due minuti. Effetto finale: credibile.
Lei: mini dress nero con inserti in uncinetto, velo che lascia intravedere qualche ciocca ribelle. Pelle di porcellana, eye liner deciso. Gonna birichina con ampio spacco laterale e talvolta con giarrettiera in bella vista. Effetto finale: zoccola religiosa.

Coppia mostri/zombie

Lui: abiti stracciati, colore verde sul viso, capelli spettinati. Del sangue imbrattato su tutto il corpo.
Lei: jeans strappati sulle ginocchia e le cosce, crop top sbrindellato, trucco che comunque riesce a enfatizzare lo sguardo. Tracce di sangue finto solo a lato delle labbra, così che nelle foto si possa impostare la faccia con lingua che lecca il sangue a lato della bocca, molto sexy. Capelli spettinati ma comunque raccolti secondo una logica, qualche finta ferita in punti strategici del corpo e dove possa cadere lo sguardo. Effetto finale: zoccola zombie effetto I ragazzi dello zoo di Berlino.

Capite il mio sconcerto? Ci rendiamo conto del livello di competizione esasperata a cui le ragazze sono sottoposte durante ricorrenze del genere? Siamo consapevoli del fatto che noi ormai trentenni non possiamo in alcun modo riuscire a competere con la furbizia delle neo maggiorenni, capaci di trovare in ogni occasione l’opportunità di trasformarsi in giovani donne dai facili costumi? Io già mi ci vedo anche quest’anno a festeggiare la mia personalissima festa di Halloween così.

[Credits:i0.kym-cdn.com]

Wannabefre

Wannabefre

Autore at Signorponza.com
Credo nell'ironia e nel sarcasmo come armi per conquistare il mondo. Sognavo di fare il prete, ma poi ho finito per studiare economia. Se però mi chiedete cosa sia il cuneo fiscale io vi rispondo che cuneo lo potete dire a vostra sorella, razza di maleducati. Vivo di pasta, sushi e Nutella sui biscotti di pastafrolla, pertanto credo che le persone che non mangiano siano meschine e abiette. Sono una figa, perché oltre ad avere gli occhi verdi e una faccia che si abbina ai centrotavola fatti all'uncinetto, so anche la tabellina del cinque a memoria. Il mio sogno di vita è essere pagata per trasformare ossigeno in anidride carbonica.
Wannabefre

@wannabefre

Mangiatrice di cachi, scrittrice di cacate. Speaker pazzesca, o meglio #PZSQ. Instagram, Snapchat, IBAN: sempre Wannabefre
Focaccia con noci pecan e emmental. https://t.co/vVdVQCYmiX - 2 ore ago
Wannabefre

Commenti via Facebook

comments